Campi e orti scolari + pannelli solari

Burkina Faso
Data Inizio
2007

Stato del Progetto
Attivo

Beneficiari
I bambini scolarizzati, le loro famiglie e la popolazione rurale.

Partner locali
  • AOREP, Africa e Medio Oriente, Sezione Burkina Faso, riconosciuta di utilità pubblica dal governo del Burkina.
  • Association des Parents d’élèves (APE)
  • Associations des mères éducatrices (AME)
  • Comité Villageois de Développement (CVD)
  • Conseil des Maîtres (CM)
  • Direction Provinciale de l’Enseignement de base et de l’Alphabétisation (DEPEBA)
  • Direction Provinciale de l’Environnement et de Cadre de vie (DPECV)
  • Direction Provinciale de l’Action Sociale et de la Solidarité Nationale (DPASSN)
Fondi
  • Cancelleria di Stato
  • Epsilon Italia
  • Fondi AOREP
  • Banca Gesfid di Lugano
  • Fondazione atDta
  • Lyceum Club di Lugano
  • Ospedale del Giocattolo di Lugano
  • Associazione La Nuova Terra
  • Associazione Amici Di Padre Mantovani
  • Città di Lugano
  • Frankie Bear Foundation
  • Comune di Bioggio
  • Fondazione Margherita
  • Fondazione Del Don
Villaggi in breve

  • Rengueba, 2020-2021
  • 2019/2020 PIMLIMPIKOU E GOMPONSOM
  • Kibilo, 2018
  • Tilba, 2017
  • Boki 2016
  • Fallou, 2015
  • Boussia, 2015
  • Kounkané, 2013
  • Bassi, 2012
  • Kolkom, 2012
  • Koulwéogo, 2011
  • Niésséga, 2011
  • Dana, 2010
  • Pallé, 2009
  • Ganzourou, 2009
  • Bingo, 2008
  • Saye, 2007
Campi e orti scolari più pannello solare per le classi nel villaggio di Rengueba provincia di Zondoma in Burkina Faso
Il progetto è costato l’ammontare di Euro 4'968.-. la Fondazione Epsilon Italia ha sostenuto con 3'000 Euro.
Il villaggio di Rengueba ha ricevuto il materiale per iniziare l’attività di Campi e orti scolari ed il pannello solare il 24 marzo 2021.
La popolazione ha beneficiato delle formazioni pratiche e teoriche nelle tecniche agricole.
Tutti i genitori degli allievi e gli insegnanti devono seguire due tipi di formazione, pratica e teorica sulla costruzione delle dighette contro l’erosione del suolo, le mezze lune fatte con le pietre ed infine il sistema Zaï per rendere fertile il suolo.
Queste formazioni permetteranno alla popolazione del villaggio non solo di coltivare efficacemente l’orto e il campo della scuola ma di praticare e realizzare quanto imparato nei propri campi e orti al fine di avere un raccolto migliore.
  • Il pannello solare è stato installato per fornire la luce a tre aule e alla direzione
Descrizione del progetto
  • Partner nazionali: i diversi ministeri che si occupano di questioni relative all’ educazione, agricoltura, ambiente, salute, azione sociale ed amministrazione territoriale, ecc.
Altri partner
  • Consiglio dei Maestri (CM)
  • Associazione dei Genitori degli Alunni (AGA)
  • Associazione delle Madri Educatrici (AME)
  • Comitato Locale per lo Sviluppo (CLS)
  • Direzione Provinciale dell’Educazione Nazionale e dell’Alfabetizzazione (DPENA)
  • Direzione Provinciale dell’Ambiente et della Qualità di Vita (DPAQV)
  • Direzione Provinciale dell’Azione Sociale e della Solidarietà Nazionale (DPASSN)
Il villaggio di Rengueba è situato a 15 km da Gourcy, capo luogo della provincia di Zondoma. La sua popolazione è stimata a 2’465 abitanti.
Le principali attività della popolazione di Rengueba sono basate sull’agricoltura e sull’allevamento di sussistenza. Tali attività affrontano grandi problemi quali la mancanza di mezzi tecnici e finanziari per un buon raccolto, l’aridità del terreno, l’insufficienza e la cattiva ripartizione delle piogge nel corso dell’anno, e una debole organizzazione tra gli abitanti.
Il villaggio di Rengueba dispone di un punto d’acqua (un pozzo di grande diametro) vicino alla scuola che permette agli alunni di accedere all’acqua durante la stagione secca e di realizzare delle attività di contro stagione.
Inoltre, dal 1992 il villaggio ha una scuola di sei classi con 251 alunni, di cui 134 maschi e 117 femmine. Nonostante una popolazione scolarizzabile di 522, il tasso di scolarizzazione rimane basso, pari al 48%.
I bambini scolarizzati nel 2018/19:
  • Scolarizzati all’inizio dell’anno: 274: 141 ragazzi e 133 ragazze
  • Scolarizzati a fine anno: 251 ossia 134 ragazzi e 117 ragazze di cui 23 bambini di cui (7 ragazzi e 16 ragazze) hanno abbandonato la scuola a metà anno a causa della mancanza di mezzi da parte dei genitori per sostenere i bambini soprattutto nelle forniture scolastiche, le tasse scolastiche che sono a pagamento in Burkina Faso e la loro alimentazione.
  • Per quanto riguarda le ragazze alcune sono state date in matrimonio precoce (soprattutto quelle di età compresa tra i 15 e i 16 anni) e altre sono andate nelle grandi città alla ricerca di lavori domestici per provvedere ai loro bisogni ed aiutare i loro genitori. Per quanto riguarda i ragazzi, hanno preferito andare nei luoghi di estrazione dell’oro dove sperano di avere un reddito.
Il villaggio di Rengueba non ha accesso alla luce, tutta la sua popolazione vive con lampade a petrolio o candele. Per questo abbiamo l’intenzione, come per le altre scuole dei villaggi che hanno beneficiato dell’iniziativa «Campi e orti scolari», di munire le classi della scuola di luce con pannelli solari.

Condizioni sociali
Gli allievi non mangiano sufficientemente e in maggioranza sono in condizioni di carenza alimentare. Alcuni allievi abitano lontano dalla scuola, a circa 3 km di distanza.
I genitori sono poveri e non possono permettersi di mandare i figli a scuola e di mantenerli con materiale scolastico e alimentarli. Perciò i genitori preferiscono tenere i bambini e i ragazzi a casa e farli lavorare come mano d’opera nei campi o a non fare niente.
La parte della popolazione che soffre maggiormente d’insufficienza alimentare sono i bambini tra 0 e 16 anni e le donne.
La scuola di Rengueba non dispone di una mensa scolastica e quindi non può garantire agli alunni un’alimentazione adeguata. A causa di ciò, diversi allievi sono costretti ad abbandonare la scuola.
Per questo motivo AOREP, in collaborazione con i suoi partner, ha deciso di ripetere l’iniziativa “Orti e campi scolari” nei villaggi del nord del Burkina Faso, zona arida e più povera del paese. Infatti, i seguenti villaggi hanno beneficiato in passato di questa iniziativa: Saye (2007), Bingo e Ganzourou (2008), Pallé (2009), Dana (2010), Koulwéogo e Niésséga (2011), Kolkom e Bassi (2012), Kounkané (2014), Boussia e Fallou (2015), Bokin (2016), Tilba (2017), Kibilo (2018) e Gomponsom e Pilimpikou (fine 2019 inizio 2020).
In tutti questi villaggi sono stati coltivati orti e campi di diversi cereali e verdure che hanno permesso alle scuole di raggiungere l’autosufficienza alimentare degli alunni. I risultati e le ricadute sui villaggi interessati dai progetti sono molto positivi, ciò è altresì confermato dall’alto tasso di scolarizzazione delle scuole beneficiarie del progetto “Campi e orti scolari”. Inoltre, gli abitanti dei villaggi hanno avuto la possibilità di apprendere le tecniche di agricoltura e le hanno in un secondo momento applicate ai propri orti e campi.
I villaggi coinvolti sono interessati ad aderire al progetto “Campi e orti scolari” e Rengueba ha manifestato la necessità di attribuire il progetto campi e orti scolari al fine di migliorare la qualità della vita dei bambini e della popolazione del villaggio in generale.
I membri di AOREP sezione Burkina Faso hanno discusso con la popolazione di Rengueba sulle strategie da adottare al fine di rendere la scuola e la popolazione autosufficiente dal punto di vista alimentare.
Di conseguenza, il villaggio di Rengueba ha fornito 3 ettari di terreno per le attività agricole, la scuola dispone di un pozzo di grandi dimensioni, e una fossa di compostaggio. Il villaggio ha anche un basso fondo a meno di 500 m dalla scuola dove le attività orticole possono essere condotte durante la stagione secca. La manodopera sarà invece fornita gratuitamente dai genitori degli alunni.

Condizioni economiche
La popolazione di Rengueba si occupa di agricoltura, che è svolta da maggio a settembre, ossia nel periodo delle piogge. L’orticultura, invece, è praticata da ottobre ad aprile. L’allevamento è un’attività generatrice di reddito per la popolazione, ma anch’essa dipende dalla quantità delle piogge. Come si è visto, tutte le attività sono legate alle piogge, e in un clima desertico come quello del nord del Burkina Faso, dove è situato il villaggio di Rengueba, la scarsità di pioggia e il suolo arido sono fattori che frenano lo sviluppo economico nella sua totalità. Questo fattore climatico, di conseguenza, frena lo sviluppo socio-economico della popolazione.

Obiettivo globale
Aiutare la popolazione di Rengueba a lottare contro la povertà con delle azioni concrete, intervenendo nell’agricoltura e nell’orticultura.
Secondo l’obiettivo 2 dello sviluppo sostenibile, Agenda 2030: Eliminare la fame, garantire la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile.
In questo contesto lottando contro la fame nelle scuole e nei villaggi si raggiungono diversi obiettivi:
  • Obiettivo 1: Eliminare la povertà in tutte le sue forme e in tutto il mondo;
  • Obiettivo 2: Garantire a tutti l’accesso a un’istruzione di qualità su un piano di parità e promuovere le opportunità di apprendimento permanente;
  • Obiettivo 3: Realizzare la parità di genere e rendere autonome tutte le donne e le ragazze.
 Obiettivi specifici
  • Sostenere i bisogni alimentari dei bambini di Rengueba;
  • Accrescere il tasso di scolarizzazione dei bambini;
  • Aiutare in generale le famiglie;
  • Promuovere l’autosufficienza alimentare della località;
  • Assicurare alla popolazione una formazione sulle diverse tecniche di produzione agricole (Zaï, mezza luna, costruzioni di piccole dighette in pietra o di canaletti per una migliore irrigazione e per lottare contro l’erosione del suolo, preparazione manuale di kit goccia a goccia, ecc.);
  • Favorire la scolarizzazione in zone rurali;
  • Responsabilizzare la popolazione beneficiaria di questo intervento.
Motivo del progetto
  • Motivare i genitori sulla scolarizzazione dei figli;
  • Risolvere il problema di alimentazione degli allievi;
  • Sostenere la creazione di una mensa scolastica;
  • Incoraggiare i bambini ad andare a scuola mostrando loro i benefici che ne possono trarre;
  • Incoraggiare il mantenimento delle ragazze a scuola (esse sono spesso descolarizzate a causa dei matrimoni precoci);
  • Accrescere il tasso di scolarizzazione a più del 65%.
Beneficiari
I beneficiari diretti di questo progetto sono i bambini attualmente scolarizzati, quelli che lo diventeranno grazie al progetto e la popolazione locale in generale.

Pannelli solari per la scuola di Rengueba:
Con l’istallazione di un pannello solare, la scuola potrà beneficiare dell’illuminazione nelle tre classi, nell’ufficio del direttore e nel corridoio.
Grazie alla luce, gli allievi potranno studiare in due classi di sera, mentre gli insegnati potranno correggere e preparare le lezioni nell’altra classe.
La luce permetterà inoltre agli studenti e agli allievi del villaggio che frequentano altre scuole di studiare la sera e allo stesso tempo farà fronte ai bisogni della popolazione poiché la struttura potrà essere utilizzata per gli incontri dei genitori degli allievi o per le riunioni del villaggio.
Infine, la luce potrà anche essere d’aiuto durante il parto delle donne del villaggio, dato che al momento, se questo evento si verifica nelle ore notturne, vengono utilizzate candele o lampade a gas che possono causare problemi e possibili rischi.

Il villaggio di Pilimpikou è situato a 40 km da Yako, che è capoluogo della provincia di Passoré. La popolazione stimata è di 17’306 abitanti.
Il villaggio di Pilimpikou dispone di una fonte idrica (un pozzo di grande diametro) vicino alla scuola che permette agli allievi di avere accesso all’acqua durante la stagione secca (da ottobre ad aprile) e di assicurare le attività fuori stagione. Il villaggio, ha aperto una scuola nel 2010 con tre classi costruite in mattone e recentemente è stata costruita una classe in paglia per accogliere i nuovi allievi.  La scuola ha un totale di 315 allievi. Il tasso di scolarizzazione tra i giovani è del 49%.
Il villaggio di Pilimpikou non ha accesso all’illuminazione: tutta la popolazione, infatti, fa uso di lampade a petrolio o di candele. Per questo motivo, come avvenuto precedentemente per gli altri villaggi che hanno beneficiato dell’iniziativa “Orti e campi scolari”, è previsto di fornire la scuola di pannelli solari.
Pilimpikou ha avuto i fondi per la realizzazione del progetto da parte della Fondazione Margherita con un ammontare di CHF 5'000.- Il saldo dei CHF 5'568.80. necessari è costituito dei fondi AOREP.
ll villaggio di Gomponsom è situato a 20 km da Yako, che è il capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione stimata è di 8’230 abitanti. Il villaggio di Gomponsom dispone di una fonte idrica (un pozzo di grande diametro) vicino alla scuola che permette agli allievi di avere accesso all’acqua durante la stagione secca e di assicurare le attività fuori stagione (da ottobre ad aprile). Il villaggio dispone dal 2013 di una scuola  con tre classi che accoglie 175 allievi. Il tasso di scolarizzazione tra i giovani è del 40%. Il villaggio di Gomponsom non ha accesso all’illuminazione: tutta la popolazione, infatti, fa uso di lampade a petrolio o di candele. Per questo motivo, come avvenuto precedentemente per gli altri villaggi che hanno beneficiato dell’iniziativa Campi e orti scolari, è previsto di fornire la scuola di pannelli solari. La Fondazione Del Don ha sostenuto il progetto con un ammontare di CHF 5'060.- Il rimanente dei CHF 5'249.70 necessari proviene da fondi AOREP .
Il villaggio di Kibilo è situato a 15 km da Gourcy, capoluogo della provincia di Zondoma. La sua popolazione è stimata a più di 3’000 abitanti. Dal 1987 il villaggio di Kibilo ha una scuola di sei classi. Il progetto è iniziato nell’aprile 2018 ed è stato finanziato da due privati per un ammontare di CHF 6'048.06. la scuola accoglie 544 allievi. Dentro il terreno della scuola, c’è un pozzo di grande diametro dove gli allievi possono avere accesso all’acqua potabile. Il pozzo inoltre, assicura le attività di orticoltura durante la stagione secca.
Il villaggio di Tilba è situato a 20 km da Gourcy, fa parte del villaggio di Bassi capoluogo della provincia di Zondoma. La popolazione stimata a più di 1’000 abitanti. Tilba ha una scuola comprendente tre classi che ha avuto il sostegno per realizzare l’iniziativa “campi e orti scolari più un pannello solare” per illuminare la scuola da parte del Comune di Bioggio per un ammontare di CHF 4'125 il dicembre 2016 mentre il rimanente dei CHF 5’500 necessari per completare il progetto è stato donato da due membri di AOREP. I lavori a Tilba sono iniziati in gennaio 2017. Il villaggio di Tilba dispone di una fonte idrica (un pozzo con un grande diametro) nei pressi dell’edificio scolastico che permette agli allievi di avere accesso all’acqua durante la stagione secca e di assicurare le attività di contro stagione. Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 214 allievi
Il villaggio di Bokin è situato a 20 km da Gourcy, capoluogo della provincia di Zondoma. La popolazione di Bokin con i villaggi confinanti è stimata a 11'500 abitanti. La scuola è stata aperta nel 2012 e comprende tre classi che accoglievano 150 allievi. La scuola di Bokin ha beneficiato nel 2016 del sostegno al progetto “campi e orti scolari più un pannello solare” da parte della Fondazione atDta per un ammontare di CHF 5'500.
L’installazione del pannello solare nella scuola, permetterà agli allievi di studiare la sera, agli insegnanti di correggere, alla popolazione di riunirsi la sera e infine, la luce potrà anche essere d’aiuto durante il parto delle donne del villaggio, dato che al momento, se questo evento si verifica nelle ore notturne, vengono utilizzate candele o lampade a gas, andando incontro a problemi e possibili rischi.
Il villaggio aveva un pozzo di acqua piovana poco profondo, scavato manualmente, il pozzo più grande è molto lontano dal centro del villaggio e dalla scuola.
Nel 2019 a seguito di studi di fattibilità, la Fondazione atDta ha finanziato per una somma diCHF 10'000, i lavori per la fornitura di acqua potabile, la costruzione di condotte idriche el'installazione di un castellod'acqua per il villaggio, la scuola e i villaggi vicini.  
Il villaggio di Fallou è situato a 10 km dal dipartimento di Arbollé e a 38 km dal capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione è stimata a 2'125 abitanti. La scuola del villaggio aperta dal 1996 e ha tre classi, e 241 allievi. Il progetto di campi e orti  scolari è stato finanziato nel 2015 da Frankie Bear Foundation per un ammontare di CHF 5’000. Nel 2018, AOREP ha installato a fine dicembre 2018 un pannello solare nella scuola al fine di permettere agli allievi di studiare, agli insegnanti di lavorare, ai genitori di riunirsi la sera e alle donne di partorire la notte con la luce senza rischi. Il pannello solare è stato donato da due membri di AOREP per un ammontare di CHF 956.80 .
Il villaggio di Boussia è situato a 20 km da Gourcy e fa parte del dipartimento di Bassi, capoluogo della provincia di Zondoma. La sua popolazione è stimata a 1'100 abitanti. Il progetto  campi e orti scolari è stato finanziato nel 2015 dalla Cancelleria di Stato del Canton Ticino per l’ammontare di CHF 3’000, mentre il resto dei CHF 4'961 sono stati donati da membri AOREP e da privati. Dal 2015 il villaggio beneficia anche del progetto “allevamento di polli”. Il villaggio di Boussia ha una fonte d’acqua importante non lontano dalla scuola, la quale permette agli allievi di avere accesso all’acqua durante la stagione secca e di garantire delle attività di contro stagione. Nel 2017 grazie alla donazione di due sostenitori AOREP è stato possibile installare un pannello solare al fine di illuminare tutte le classi, per un costo totale di CHF 1'015.14 .  la scuola è frequentata nell’anno scolastico 2019/20  da 242 allievi
Il villaggio di Kounkané è situato a 14 km da Yako ed è il capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione è di 860 abitanti. La scuola di Kounkané è attiva dal 1958. Ha potuto beneficiare del progetto campi e orti scolari  grazie al sostegno del Comune della Città di Lugano con CHF 2'500 e il restante da due donazioni private di CHF 2'442 per un totale di CHF 4'942. Nel 2013, la scuola aveva tre classi composte da 153 allievi. Kounkané ha beneficiato nel 2015 dell’installazione di un pannello solare che illumina due classi, la direzione e il corridoio per un ammontare di CHF 1'309.73 e dello sviluppo dal 2016 del progetto “allevamento di polli”. La scuola è frequentata nell’anno scolastico 2019/20  da 189 allievi
Il villaggio di Bassi è situato a 20 km da Gourcy, capoluogo della provincia di Zondoma. La sua popolazione è stimata a 10'012 abitanti. Il villaggio di Bassi ha una fonte d’acqua importante non lontano dalla scuola, la quale permette agli allievi di accedervi durante la stagione secca e garantire le attività di contro stagione. La scuola esiste dal 1958, ha sei classi. Nel 2012 la Fondazione Epsilon Italia ha finanziato direttamente (versando l’importo di Euro 7’500.- sul conto di AOREP Burkina Faso) i villaggi di Bassi e di Kolkom per realizzare il progetto campi e orti scolari.  Il villaggio ha anche beneficiato nel 2012 dell'installazione di un pannello solare grazie alla donazione dell’associazione La Nuova Terra di CHF 1'040 e nel 2016 del progetto “allevamento di polli”. Finanziato dalla Fondazione Herrod,  nel 2018. La scuola è frequentata nell’anno scolasti 2019/20 da 410  allievi
Il villaggio di Kolkom è situato a 40 km da Gourcy, capoluogo della provincia di Zondoma. La sua popolazione è stimata intorno a più di 1'000 abitanti. ??  Nel 2012 la  Fondazione Epsilon Italia ha finanziato direttamente (versando l’importo di EUR 7’500.- sul conto di AOREP Burkina Faso) i villaggi di Kolkom e di Bassi per realizzare il progetto campi e orti scolari.
La popolazione di Kolkom era toccata in modo particolare dal problema della scarsità d’acqua potabile: nel villaggio, infatti, vi è un unico punto d’acqua che serve l’intera popolazione. Durante le stagioni secche le donne e gli allievi della scuola passavano gran parte del giorno in fila per raccogliere qualche sorso d’acqua e durante la stagione delle piogge gli abitanti prelevavano l’acqua delle pozzanghere. Nel 2014 grazie al sostegno della Fondazione atDta con un ammontare di CHF 9'755- e una donazione di due membri di AOREP per un ammontare di CHF 2'357- per un totale di CHF 12’112- è stato possibile scavare un pozzo, costruire le canalizzazioni e installare la pompa per il villaggio di Kolkom.
Nel 2016 grazie alla donazione di due membri AOREP è stato possibile installare un pannello solare al fine di illuminare tutte le classi, per un costo totale di CHF 1'015.14. La scuola è stata poi ristrutturata nel 2017 perché rischiava di crollare. AOREP ha finanziato la metà de costo per un ammontare di CHF 1'904.39 mentre il comune di Boussou ha coperto l’altra metà. La scuola accoglie nell’anno scolastico 2019/20, 186 allievi.
Il villaggio di Koulwéogo, fortunato dal punto di vista idrico (si trova nelle vicinanze di una diga), è situato a 55 km da Yako, capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione è stimata a circa 3'800 abitanti. La scuola di Koulwéogo è stata aperta nel 1984 ed è composta da tre classi. Ha beneficiato del progetto campi e orti scolari nel giugno 2011 grazie a due membri di AOREP per un ammontare di CHF 5'869. Il villaggio ha beneficiato dell'installazione di un pannello solare nel 2014 ottenuto con una raccolta fondi tra i membri AOREP di CHF 1'040 e nel 2015 del progetto “allevamento di polli”. Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 275 allievi.
  • Niésséga è situata nella provincia di Passoré, a 10 km da Gourcy, e la sua popolazione è di 12’102 La scuola di Niésséga è stata aperta nel 1961. Nel 2011 la scuola ha beneficiato del progetto campi e orti scolari iniziato grazie al sostegno dalla Fondazione Epsilon Italia per un ammontare di CHF 12'932.20.
  • È stata inoltre, creata una classe elementare speciale per permettere alle ragazze grandi di usufruire della scolarizzazione chiamata seconda chance.
  • È stata sostituita la pompa del pozzo.

Nel 2017 grazie alla donazione di due sostenitori AOREP è stato possibile installare un pannello solare, per un costo totale di 998.50 CHF. Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola è frequentata da 468 allievi
Il villaggio di Dana è situato a 20 km da Arbollé  a 60 km da Yako. Dana è capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione supera i 9’000 abitanti distribuiti in 7 quartieri. La scuola di Dana è stata aperta nel 1999. Nel dicembre 2010 la scuola di Dana ha beneficiato del progetto campi e orti scolari grazie al sostegno dell’Associazione Amici Di Padre Mantovani con CHF 4'750 e CHF 3'484 da una donazione privata per un totale di CHF 8'234. Nel 2012 si è potuto installare un pannello solare grazie alla donazione della ditta ELANTINA di CHF 1’040.
Il villaggio di Pallé è situato a 90 km da Gourcy. È capoluogo della provincia di Zondoma. La sua popolazione è stimata intorno a 8’895 abitanti. La scuola di Pallé si trova in una zona difficile da raggiungere in cui le “strade” cambiano a seconda della possibilità di percorrenza, nel 2009 è composta da cinque classi. A dicembre 2009 la Fondazione Epsilon ha sostenuto il progetto campi e orti scolari con un ammontare di CHF 7'784.45 per l'acquisto di materiale agricolo e sementi, alimenti in attesa del primo raccolto e la formazione nelle diverse tecniche agricole da parte di un  tecnico agronomo. Nel 2010 è stata acquistata una pompa manuale necessaria all'estrazione dell'acqua dal pozzo grazie a una donazione privata di CHF 1'084. La scuola ha beneficiato nel 2013 del sostegno della Fondazione Epsilon per la costruzione di una nuova aula a due classi costata CHF 12'714.15.  nello stesso anno  è stato installato un pannello solare grazie  alla donazione di due membri di AOREP con CHF 776.40. Dal 2017 il villaggio beneficia anche del progetto “allevamento di polli”. Nel 2018 la Fondazione Epsilon ha colmato una carenza nella scuola fornendo del materiale scolastico, didattico e 40 banchi e panche per gli allievi per un ammontare di CHF 2'843.25. Pallé ha sempre avuto il maggior raccolto tra tutti i villaggi che beneficiano del progetto.  Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 567 allievi.
La scuola del settore n.3 di Ganzourou è situata a 2 km ad est del Comune di Gourcy. La scuola ha iniziato la sua attività nel 1977. Nel 2009 contava 6 classi. Nel 2009 /2010 AOREP ha sostenuto la scuola di Ganzourou con la creazione di un orto di una superficie di 750 m² per la produzione agricola grazie a un membro di AOREP con un ammontare di CHF 1'603. Nel 2010 la scuola ha beneficiato dell'iniziativa igiene ed educazione ambientale (relativa alla pratica del lavaggio delle mani e rispetto dell'ambiente) che ha richiesto CHF 810.- donati da un membro di AOREP. Nel 2012 è stata costruita un'aula. con un ammontare di CHF 7'471.35 provenienti da membri di AOREP.
La scuola dispone di un pozzo con una pompa manuale funzionante per il rifornimento dell’acqua.
La scuola dispone anche di una mensa.
AOREP ha installato a fine dicembre 2018 un pannello solare nella scuola al fine di permettere agli allievi di studiare, agli insegnanti di lavorare, ai genitori di riunirsi la sera e alle donne di partorire la notte con la luce senza rischi. Il pannello solare è stato donato da due membri di AOREP con un
ammontare di CHF 956.80. Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 510 allievi.
Il villaggio di Bingo è situato a 10 km da Arbollé a 40 km da Yako, capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione è stimata a 13’000 abitanti. Bingo dispone di una diga distante 1 km dalla scuola, che permette alla popolazione di avere accesso all’acqua nel periodo secco dell’anno e ad avere delle attività di contro stagione. La scuola di Bingo si trova a 45 km da Gourcy e si raggiunge in circa due ore. Bingo ha una scuola di tre classi aperta dal 1994. I fondi per questo il progetto campi e orti scolari sono stati stanziati da: CHF 5'000.- dalla BANCA GESFID di Lugano, CHF 1'500 da LYCEUM CLUB Lugano e CHF 930 ricavati dalla pesca benefica organizzata da AOREP il 22 dicembre 2008, presso la MIGROS di Lugano Centro che ha offerto lo spazio e con la gentile donazione di oggetti dall'Ospedale del Giocattolo.
Nel 2008 i membri di AOREP sezione Burkina Faso hanno svolto una campagna di sensibilizzazione sule malattie trasmissibili sessualmente e sull’AIDS in diversi villaggi.
Nel 2009 la fondazione Epsilon ha finanziato la riparazione della pompa con CHF 1'020.
AOREP ha installato nel 2018 un pannello solare nella scuola al fine di permettere agli allievi di studiare, agli insegnanti di lavorare, ai genitori di riunirsi la sera e alle donne di partorire la notte con la luce senza rischi. Il pannello solare è stato donato da due membri di AOREP per un ammontare di CHF 955.08. Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 480 allievi.
Saye è stato il primo villaggio a beneficiare del progetto campi e orti scolari aprendo la strada ad un’iniziativa che lungo gli anni ha coperto diverse località nel nord del Burkina Faso.  Saye si trova nel dipartimento di Bassi, provincia di Zondoma. È situato a 20 km nord est dal capoluogo della provincia, Gourcy, e ha una popolazione di stimata a più di 7'500 abitanti. La scuola di Saye è stata aperta nel 1984. Il progetto ha ottenuto il finanziamento da parte della Cancelleria di Stato per un ammontare di CHF 7'500.: La scuola dispone di un boschetto e di un terreno coltivabile e utilizza due pozzi ben alimentati che permettono una produzione orticola importante durante la stagione secca.  
Nel 2019 due membri di AOREP hanno finanziato con un ammontare di 839.10 CHF l’installazione di un pannello solare nella scuola al fine di permettere agli allievi di studiare, agli insegnanti di lavorare, ai genitori di riunirsi la sera e alle donne di partorire la notte con la luce senza rischi.
Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 430 allievi.

Sviluppi
Negli anni seguenti:
  • La premiazione annuale ai direttori delle scuole è stata sostituita dalla consegna dei premi ai migliori studenti individuali e, infine, dalla selezione dei due migliori studenti di ogni scuola per partecipare alla colonia di vacanza " Tribune Jeune ". Questo cambiamento è dovuto al fatto che i direttori cambiano scuola spesso e portano con sé il materiale ricevuto. Premiando i singoli allievi, si dà loro la possibilità di fare esperienze e nuove avventure con i loro coetanei, e questo è più appagante.
  • Tutti i villaggi ricevono ogni anno un sostegno in concime e sementi da parte di AOREP per continuare le attività nei campi e orti scolari, grazie in parte alla vendita delle cartoline solidali.
  • Tutti i villaggi implicati nel progetto ricevono dal governo cereali e altre derrate alimentari come integrazione al raccolto avuto.
  • Dal 2011, AOREP si impegna a munire tutti i villaggi che usufruiscono del progetto “Campi e orti scolari” di un pannello solare. Oggi tutti i villaggi, possiedono infatti un pannello solare.
  • Da quando AOREP opera in questi villaggi, il tasso di scolarizzazione è aumentato e situazione alimentare e sanitaria dei bambini è migliorata.
Gallery
Grazie per la donazione
Crédit Suisse, Lugano, Svizzera

CHF: BIC: CRESCHZZ80A, No Clearing: 4835,
IBAN: CH87 0483 5048 37 46 5100 0

EUR: BIC: CRESCHZZ80A, No Clearing: 4835,
IBAN: CH53 0483 5048 37 46 5200 0
GRAZIE PER
LA DONAZIONE
X
i
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per disabilitare, in tutto o in parte, i cookie consulta la nostra Informativa cookie
ACCETTA