Campi e orti scolari + pannelli solari

Burkina Faso
Data Inizio
2007

Stato del Progetto
Attivo

Beneficiari
I bambini scolarizzati, le loro famiglie e la popolazione rurale.

Partner locali
  • AOREP, Africa e Medio Oriente, Sezione Burkina Faso, riconosciuta di utilità pubblica dal governo del Burkina.
  • Association des Parents d’élèves (APE)
  • Associations des mères éducatrices (AME)
  • Comité Villageois de Développement (CVD)
  • Conseil des Maîtres (CM)
  • Direction Provinciale de l’Enseignement de base et de l’Alphabétisation (DEPEBA)
  • Direction Provinciale de l’Environnement et de Cadre de vie (DPECV)
  • Direction Provinciale de l’Action Sociale et de la Solidarité Nationale (DPASSN)
Fondi
  • Cancelleria di Stato
  • Epsilon Italia
  • Fondi AOREP
  • Banca Gesfid di Lugano
  • Fondazione atDta
  • Lyceum Club di Lugano
  • Ospedale del Giocattolo di Lugano
  • Associazione La Nuova Terra
  • Associazione Amici Di Padre Mantovani
  • Città di Lugano
  • Frankie Bear Foundation
  • Comune di Bioggio
  • Fondazione Margherita
  • Fondazione Del Don
Villaggi in breve
  • 2019/2020 PIMLIMPIKOU E GOMPONSOM
  • Kibilo, 2018
  • Tilba, 2017
  • Boki 2016
  • Fallou, 2015
  • Boussia, 2015
  • Kounkané, 2013
  • Bassi, 2012
  • Kolkom, 2012
  • Koulwéogo, 2011
  • Niésséga, 2011
  • Dana, 2010
  • Pallé, 2009
  • Ganzourou, 2009
  • Bingo, 2008
  • Saye, 2007

Il villaggio di Pilimpikou è situato a 40 km da Yako, che è capoluogo della provincia di Passoré. La popolazione stimata è di 17’306 abitanti.
Il villaggio di Pilimpikou dispone di una fonte idrica (un pozzo di grande diametro) vicino alla scuola che permette agli allievi di avere accesso all’acqua durante la stagione secca (da ottobre ad aprile) e di assicurare le attività fuori stagione. Il villaggio, ha aperto una scuola nel 2010 con tre classi costruite in mattone e recentemente è stata costruita una classe in paglia per accogliere i nuovi allievi.  La scuola ha un totale di 315 allievi. Il tasso di scolarizzazione tra i giovani è del 49%.
Il villaggio di Pilimpikou non ha accesso all’illuminazione: tutta la popolazione, infatti, fa uso di lampade a petrolio o di candele. Per questo motivo, come avvenuto precedentemente per gli altri villaggi che hanno beneficiato dell’iniziativa “Orti e campi scolari”, è previsto di fornire la scuola di pannelli solari.
Pilimpikou ha avuto i fondi per la realizzazione del progetto da parte della Fondazione Margherita con un ammontare di CHF 5'000.- Il saldo dei CHF 5'568.80. necessari è costituito dei fondi AOREP.
ll villaggio di Gomponsom è situato a 20 km da Yako, che è il capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione stimata è di 8’230 abitanti. Il villaggio di Gomponsom dispone di una fonte idrica (un pozzo di grande diametro) vicino alla scuola che permette agli allievi di avere accesso all’acqua durante la stagione secca e di assicurare le attività fuori stagione (da ottobre ad aprile). Il villaggio dispone dal 2013 di una scuola  con tre classi che accoglie 175 allievi. Il tasso di scolarizzazione tra i giovani è del 40%. Il villaggio di Gomponsom non ha accesso all’illuminazione: tutta la popolazione, infatti, fa uso di lampade a petrolio o di candele. Per questo motivo, come avvenuto precedentemente per gli altri villaggi che hanno beneficiato dell’iniziativa Campi e orti scolari, è previsto di fornire la scuola di pannelli solari. La Fondazione Del Don ha sostenuto il progetto con un ammontare di CHF 5'060.- Il rimanente dei CHF 5'249.70 necessari proviene da fondi AOREP .
Il villaggio di Kibilo è situato a 15 km da Gourcy, capoluogo della provincia di Zondoma. La sua popolazione è stimata a più di 3’000 abitanti. Dal 1987 il villaggio di Kibilo ha una scuola di sei classi. Il progetto è iniziato nell’aprile 2018 ed è stato finanziato da due privati per un ammontare di CHF 6'048.06. la scuola accoglie 544 allievi. Dentro il terreno della scuola, c’è un pozzo di grande diametro dove gli allievi possono avere accesso all’acqua potabile. Il pozzo inoltre, assicura le attività di orticoltura durante la stagione secca.
Il villaggio di Tilba è situato a 20 km da Gourcy, fa parte del villaggio di Bassi capoluogo della provincia di Zondoma. La popolazione stimata a più di 1’000 abitanti. Tilba ha una scuola comprendente tre classi che ha avuto il sostegno per realizzare l’iniziativa “campi e orti scolari più un pannello solare” per illuminare la scuola da parte del Comune di Bioggio per un ammontare di CHF 4'125 il dicembre 2016 mentre il rimanente dei CHF 5’500 necessari per completare il progetto è stato donato da due membri di AOREP. I lavori a Tilba sono iniziati in gennaio 2017. Il villaggio di Tilba dispone di una fonte idrica (un pozzo con un grande diametro) nei pressi dell’edificio scolastico che permette agli allievi di avere accesso all’acqua durante la stagione secca e di assicurare le attività di contro stagione. Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 214 allievi
Il villaggio di Bokin è situato a 20 km da Gourcy, capoluogo della provincia di Zondoma. La popolazione di Bokin con i villaggi confinanti è stimata a 11'500 abitanti. La scuola è stata aperta nel 2012 e comprende tre classi che accoglievano 150 allievi. La scuola di Bokin ha beneficiato nel 2016 del sostegno al progetto “campi e orti scolari più un pannello solare” da parte della Fondazione atDta per un ammontare di CHF 5'500.
L’installazione del pannello solare nella scuola, permetterà agli allievi di studiare la sera, agli insegnanti di correggere, alla popolazione di riunirsi la sera e infine, la luce potrà anche essere d’aiuto durante il parto delle donne del villaggio, dato che al momento, se questo evento si verifica nelle ore notturne, vengono utilizzate candele o lampade a gas, andando incontro a problemi e possibili rischi.
Il villaggio aveva un pozzo di acqua piovana poco profondo, scavato manualmente, il pozzo più grande è molto lontano dal centro del villaggio e dalla scuola.
Nel 2019 a seguito di studi di fattibilità, la Fondazione atDta ha finanziato per una somma diCHF 10'000, i lavori per la fornitura di acqua potabile, la costruzione di condotte idriche el'installazione di un castellod'acqua per il villaggio, la scuola e i villaggi vicini.  
Il villaggio di Fallou è situato a 10 km dal dipartimento di Arbollé e a 38 km dal capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione è stimata a 2'125 abitanti. La scuola del villaggio aperta dal 1996 e ha tre classi, e 241 allievi. Il progetto di campi e orti  scolari è stato finanziato nel 2015 da Frankie Bear Foundation per un ammontare di CHF 5’000. Nel 2018, AOREP ha installato a fine dicembre 2018 un pannello solare nella scuola al fine di permettere agli allievi di studiare, agli insegnanti di lavorare, ai genitori di riunirsi la sera e alle donne di partorire la notte con la luce senza rischi. Il pannello solare è stato donato da due membri di AOREP per un ammontare di CHF 956.80 .
Il villaggio di Boussia è situato a 20 km da Gourcy e fa parte del dipartimento di Bassi, capoluogo della provincia di Zondoma. La sua popolazione è stimata a 1'100 abitanti. Il progetto  campi e orti scolari è stato finanziato nel 2015 dalla Cancelleria di Stato del Canton Ticino per l’ammontare di CHF 3’000, mentre il resto dei CHF 4'961 sono stati donati da membri AOREP e da privati. Dal 2015 il villaggio beneficia anche del progetto “allevamento di polli”. Il villaggio di Boussia ha una fonte d’acqua importante non lontano dalla scuola, la quale permette agli allievi di avere accesso all’acqua durante la stagione secca e di garantire delle attività di contro stagione. Nel 2017 grazie alla donazione di due sostenitori AOREP è stato possibile installare un pannello solare al fine di illuminare tutte le classi, per un costo totale di CHF 1'015.14 .  la scuola è frequentata nell’anno scolastico 2019/20  da 242 allievi
Il villaggio di Kounkané è situato a 14 km da Yako ed è il capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione è di 860 abitanti. La scuola di Kounkané è attiva dal 1958. Ha potuto beneficiare del progetto campi e orti scolari  grazie al sostegno del Comune della Città di Lugano con CHF 2'500 e il restante da due donazioni private di CHF 2'442 per un totale di CHF 4'942. Nel 2013, la scuola aveva tre classi composte da 153 allievi. Kounkané ha beneficiato nel 2015 dell’installazione di un pannello solare che illumina due classi, la direzione e il corridoio per un ammontare di CHF 1'309.73 e dello sviluppo dal 2016 del progetto “allevamento di polli”. La scuola è frequentata nell’anno scolastico 2019/20  da 189 allievi
Il villaggio di Bassi è situato a 20 km da Gourcy, capoluogo della provincia di Zondoma. La sua popolazione è stimata a 10'012 abitanti. Il villaggio di Bassi ha una fonte d’acqua importante non lontano dalla scuola, la quale permette agli allievi di accedervi durante la stagione secca e garantire le attività di contro stagione. La scuola esiste dal 1958, ha sei classi. Nel 2012 la Fondazione Epsilon Italia ha finanziato direttamente (versando l’importo di Euro 7’500.- sul conto di AOREP Burkina Faso) i villaggi di Bassi e di Kolkom per realizzare il progetto campi e orti scolari.  Il villaggio ha anche beneficiato nel 2012 dell'installazione di un pannello solare grazie alla donazione dell’associazione La Nuova Terra di CHF 1'040 e nel 2016 del progetto “allevamento di polli”. Finanziato dalla Fondazione Herrod,  nel 2018. La scuola è frequentata nell’anno scolasti 2019/20 da 410  allievi
Il villaggio di Kolkom è situato a 40 km da Gourcy, capoluogo della provincia di Zondoma. La sua popolazione è stimata intorno a più di 1'000 abitanti. ??  Nel 2012 la  Fondazione Epsilon Italia ha finanziato direttamente (versando l’importo di EUR 7’500.- sul conto di AOREP Burkina Faso) i villaggi di Kolkom e di Bassi per realizzare il progetto campi e orti scolari.
La popolazione di Kolkom era toccata in modo particolare dal problema della scarsità d’acqua potabile: nel villaggio, infatti, vi è un unico punto d’acqua che serve l’intera popolazione. Durante le stagioni secche le donne e gli allievi della scuola passavano gran parte del giorno in fila per raccogliere qualche sorso d’acqua e durante la stagione delle piogge gli abitanti prelevavano l’acqua delle pozzanghere. Nel 2014 grazie al sostegno della Fondazione atDta con un ammontare di CHF 9'755- e una donazione di due membri di AOREP per un ammontare di CHF 2'357- per un totale di CHF 12’112- è stato possibile scavare un pozzo, costruire le canalizzazioni e installare la pompa per il villaggio di Kolkom.
Nel 2016 grazie alla donazione di due membri AOREP è stato possibile installare un pannello solare al fine di illuminare tutte le classi, per un costo totale di CHF 1'015.14. La scuola è stata poi ristrutturata nel 2017 perché rischiava di crollare. AOREP ha finanziato la metà de costo per un ammontare di CHF 1'904.39 mentre il comune di Boussou ha coperto l’altra metà. La scuola accoglie nell’anno scolastico 2019/20, 186 allievi.
Il villaggio di Koulwéogo, fortunato dal punto di vista idrico (si trova nelle vicinanze di una diga), è situato a 55 km da Yako, capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione è stimata a circa 3'800 abitanti. La scuola di Koulwéogo è stata aperta nel 1984 ed è composta da tre classi. Ha beneficiato del progetto campi e orti scolari nel giugno 2011 grazie a due membri di AOREP per un ammontare di CHF 5'869. Il villaggio ha beneficiato dell'installazione di un pannello solare nel 2014 ottenuto con una raccolta fondi tra i membri AOREP di CHF 1'040 e nel 2015 del progetto “allevamento di polli”. Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 275 allievi.
  • Niésséga è situata nella provincia di Passoré, a 10 km da Gourcy, e la sua popolazione è di 12’102 La scuola di Niésséga è stata aperta nel 1961. Nel 2011 la scuola ha beneficiato del progetto campi e orti scolari iniziato grazie al sostegno dalla Fondazione Epsilon Italia per un ammontare di CHF 12'932.20.
  • È stata inoltre, creata una classe elementare speciale per permettere alle ragazze grandi di usufruire della scolarizzazione chiamata seconda chance.
  • È stata sostituita la pompa del pozzo.

Nel 2017 grazie alla donazione di due sostenitori AOREP è stato possibile installare un pannello solare, per un costo totale di 998.50 CHF. Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola è frequentata da 468 allievi
Il villaggio di Dana è situato a 20 km da Arbollé  a 60 km da Yako. Dana è capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione supera i 9’000 abitanti distribuiti in 7 quartieri. La scuola di Dana è stata aperta nel 1999. Nel dicembre 2010 la scuola di Dana ha beneficiato del progetto campi e orti scolari grazie al sostegno dell’Associazione Amici Di Padre Mantovani con CHF 4'750 e CHF 3'484 da una donazione privata per un totale di CHF 8'234. Nel 2012 si è potuto installare un pannello solare grazie alla donazione della ditta ELANTINA di CHF 1’040.
Il villaggio di Pallé è situato a 90 km da Gourcy. È capoluogo della provincia di Zondoma. La sua popolazione è stimata intorno a 8’895 abitanti. La scuola di Pallé si trova in una zona difficile da raggiungere in cui le “strade” cambiano a seconda della possibilità di percorrenza, nel 2009 è composta da cinque classi. A dicembre 2009 la Fondazione Epsilon ha sostenuto il progetto campi e orti scolari con un ammontare di CHF 7'784.45 per l'acquisto di materiale agricolo e sementi, alimenti in attesa del primo raccolto e la formazione nelle diverse tecniche agricole da parte di un  tecnico agronomo. Nel 2010 è stata acquistata una pompa manuale necessaria all'estrazione dell'acqua dal pozzo grazie a una donazione privata di CHF 1'084. La scuola ha beneficiato nel 2013 del sostegno della Fondazione Epsilon per la costruzione di una nuova aula a due classi costata CHF 12'714.15.  nello stesso anno  è stato installato un pannello solare grazie  alla donazione di due membri di AOREP con CHF 776.40. Dal 2017 il villaggio beneficia anche del progetto “allevamento di polli”. Nel 2018 la Fondazione Epsilon ha colmato una carenza nella scuola fornendo del materiale scolastico, didattico e 40 banchi e panche per gli allievi per un ammontare di CHF 2'843.25. Pallé ha sempre avuto il maggior raccolto tra tutti i villaggi che beneficiano del progetto.  Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 567 allievi.
La scuola del settore n.3 di Ganzourou è situata a 2 km ad est del Comune di Gourcy. La scuola ha iniziato la sua attività nel 1977. Nel 2009 contava 6 classi. Nel 2009 /2010 AOREP ha sostenuto la scuola di Ganzourou con la creazione di un orto di una superficie di 750 m² per la produzione agricola grazie a un membro di AOREP con un ammontare di CHF 1'603. Nel 2010 la scuola ha beneficiato dell'iniziativa igiene ed educazione ambientale (relativa alla pratica del lavaggio delle mani e rispetto dell'ambiente) che ha richiesto CHF 810.- donati da un membro di AOREP. Nel 2012 è stata costruita un'aula. con un ammontare di CHF 7'471.35 provenienti da membri di AOREP.
La scuola dispone di un pozzo con una pompa manuale funzionante per il rifornimento dell’acqua.
La scuola dispone anche di una mensa.
AOREP ha installato a fine dicembre 2018 un pannello solare nella scuola al fine di permettere agli allievi di studiare, agli insegnanti di lavorare, ai genitori di riunirsi la sera e alle donne di partorire la notte con la luce senza rischi. Il pannello solare è stato donato da due membri di AOREP con un
ammontare di CHF 956.80. Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 510 allievi.
Il villaggio di Bingo è situato a 10 km da Arbollé a 40 km da Yako, capoluogo della provincia di Passoré. La sua popolazione è stimata a 13’000 abitanti. Bingo dispone di una diga distante 1 km dalla scuola, che permette alla popolazione di avere accesso all’acqua nel periodo secco dell’anno e ad avere delle attività di contro stagione. La scuola di Bingo si trova a 45 km da Gourcy e si raggiunge in circa due ore. Bingo ha una scuola di tre classi aperta dal 1994. I fondi per questo il progetto campi e orti scolari sono stati stanziati da: CHF 5'000.- dalla BANCA GESFID di Lugano, CHF 1'500 da LYCEUM CLUB Lugano e CHF 930 ricavati dalla pesca benefica organizzata da AOREP il 22 dicembre 2008, presso la MIGROS di Lugano Centro che ha offerto lo spazio e con la gentile donazione di oggetti dall'Ospedale del Giocattolo.
Nel 2008 i membri di AOREP sezione Burkina Faso hanno svolto una campagna di sensibilizzazione sule malattie trasmissibili sessualmente e sull’AIDS in diversi villaggi.
Nel 2009 la fondazione Epsilon ha finanziato la riparazione della pompa con CHF 1'020.
AOREP ha installato nel 2018 un pannello solare nella scuola al fine di permettere agli allievi di studiare, agli insegnanti di lavorare, ai genitori di riunirsi la sera e alle donne di partorire la notte con la luce senza rischi. Il pannello solare è stato donato da due membri di AOREP per un ammontare di CHF 955.08. Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 480 allievi.
Saye è stato il primo villaggio a beneficiare del progetto campi e orti scolari aprendo la strada ad un’iniziativa che lungo gli anni ha coperto diverse località nel nord del Burkina Faso.  Saye si trova nel dipartimento di Bassi, provincia di Zondoma. È situato a 20 km nord est dal capoluogo della provincia, Gourcy, e ha una popolazione di stimata a più di 7'500 abitanti. La scuola di Saye è stata aperta nel 1984. Il progetto ha ottenuto il finanziamento da parte della Cancelleria di Stato per un ammontare di CHF 7'500.: La scuola dispone di un boschetto e di un terreno coltivabile e utilizza due pozzi ben alimentati che permettono una produzione orticola importante durante la stagione secca.  
Nel 2019 due membri di AOREP hanno finanziato con un ammontare di 839.10 CHF l’installazione di un pannello solare nella scuola al fine di permettere agli allievi di studiare, agli insegnanti di lavorare, ai genitori di riunirsi la sera e alle donne di partorire la notte con la luce senza rischi.
Nell’anno scolastico 2019/20 la scuola accoglie 430 allievi.
 
Contesto
Condizione sociale dei villaggi del nord Burkina Faso.
Gli allievi non mangiano sufficientemente e per la maggioranza sono in condizioni di carenza alimentare. Alcuni abitano lontano dalla scuola a circa 3-5 km.
I genitori sono poveri e non possono permettersi di mandare i figli a scuola, supportandoli per il materiale scolastico e l’alimentazione; fattore che spinge i genitori a impiegare i figli nel lavoro dei campi o a lasciarli inattivi. La popolazione che soffre maggiormente la carenza alimentare è la fascia infantile tra 0 e 6 anni e le donne. Le scuole non dispongono di una mensa che fornisca un’alimentazione adeguata, fattore determinante, che obbliga tanti di loro ad abbandonare la scuola. La mancanza delle piogge negli ultimi anni e il cambiamento climatico, rappresenta un problema costante e ciclico che si ripete con “inondazioni e/o siccità” che portano alla distruzione dei raccolti.
La siccità colpisce non solo i villaggi del nord del Burkina Faso ma tutta la regione saheliana minacciando così la vita di persone e bestiame. Campi ed orti scolari è un’iniziativa volta a creare le condizioni basilari per poter permettere ai bambini dei villaggi di nutrirsi e di partecipare alla formazione scolastica primaria.
 
L'agricoltura e l'allevamento
Le popolazioni di queste zone si occupano principalmente di agricoltura che viene svolta da maggio a settembre nel periodo delle piogge, l’orticultura viene praticata da ottobre ad aprile. L’allevamento è un’altra attività generatrice di reddito per la popolazione, ma anche essa dipende dalla frequenza delle piogge.
Come si è visto tutte le attività dipendono dalle piogge, in un clima desertico come quello del nord del Burkina Faso, dove sono collocati tutti i villaggi interessati dall'iniziativa, le precipitazioni sono insufficienti, il suolo è arido, questi fattori frenano lo sviluppo economico nella sua totalità.
Il sistema Zaï permette una forma di agricoltura di precisione, aumentando efficienza nell'utilizzo dell’acqua e dei concimi. Di conseguenza, la produzione della biomassa e i rendimenti delle colture sono migliori. In agosto viene effettuata la costruzione delle dighette o canaletti e le mezze lune seguendo le curve del terreno. Grazie a queste dighette, l’acqua piovana rimane nei campi e s’infiltra progressivamente anziché disperdersi.
 
Descrizione del progetto
L’obiettivo di questo progetto è il rafforzamento e l’ampliamento della alimentazione nelle mense scolastiche e l’insegnamento di attività agricole (campi e orti) agli allievi  con il coinvolgimento e il supporto delle famiglie e dei docenti.
L’attività principale consiste nell’avviamento, manutenzione e consolidamento dei campi e degli orti scolastici (spesso in concomitanza con altri progetti come pannelli solari, pozzi, aule, dispensari, ecc..)
I risultati attesi sono l’aumento dell’indipendenza delle scuole, coinvolgimento e sensibilizzazione fra la popolazione aumento del tasso di scolarizzazione, maggiore responsabilizzazione degli studenti.
Grazie a questa iniziativa, sono emersi negli anni diversi bisogni comunicati dalle popolazioni dei villaggi: lo scavo di pozzi, il rinnovamento delle pompe, la costruzione di aule, la ristrutturazione di scuole, la costruzione di un dispensario o di pannelli solari, ecc., sono tutte necessità parallele al progetto alle quali AOREP ha cercato di far fronte.
 
Obiettivi specifici
  • Sostenere i bisogni nutrizionali dei bambini
  • Promuovere l’autosufficienza alimentare nella località e così le loro condizioni di vita
  • Sostenere la creazione di una mensa scolastica
  • Accrescere il tasso di scolarizzazione dei bambini e soprattutto delle bambine, le quali sono spesso descolarizzate a causa dei matrimoni precoci
  • Motivare i genitori alla scolarizzazione dei loro figli
  • Favorire la scolarizzazione in zone rurali
  • Formare sulle diverse tecniche di produzione agricola: Zaï, costruzioni di piccole dighette, canaletti (leggi scheda tecnica)
  • Responsabilizzare la popolazione beneficiaria
 
Attività
  • Sensibilizzazione della popolazione
  • Formazione delle persone responsabili
  • Preparazione del campo di cereali dove si seminerà maïs, miglio, fagioli e arachidi
  • Preparazione dell’orto per la semina dei cavoli, cipolla, pomodori, cetrioli, ecc. L’orto sarà lavorato dagli allievi e dai maestri con l’appoggio del tecnico agronomo. L’orto servirà tra l’altro come laboratorio di apprendimento e di esperimento per le lezioni di agricoltura, di matematica e di scienze.
  • Monitoraggio e consigli saranno dati da parte dell’agente tecnico agronomo.
  • Accompagnamento, monitoraggio e valutazione sono forniti da AOREP
AOREP sensibilizza e supporta le attività agricole, in differenti villaggi, creando le condizioni tecniche (pozzi, pompe, sementi, attrezzi per la lavorazione), strutturali (equipaggiamento delle scuole, costruzioni di classi, ecc…) e le conseguenti formazioni (tecniche agricole, formazioni agronome, tecniche Zaï e dighette a mezza luna) coinvolgendo direttamente le famiglie, i docenti e i bambini; inoltre in tutti i progetti si fornisce l’alimentazione per la mensa scolastica fino a quando non si hanno i primi raccolti.
Grazie a tale tipologia di interventi si riesce a creare un connubio tra necessità primaria di alimentazione e bisogno formativo, vincendo le resistenze di molti adulti che vedevano la scuola come “braccia tolte al lavoro “e anzi percependola come un importante aiuto nel sostentamento delle proprie famiglie.
Una volta nel contesto e attivato il progetto campi ed orti scolari, in relazione alle esigenze locali e alle priorità che emergono nel tempo, si studiano eventuali altre tipologie di interventi – aiuti, come lo scavo di un pozzo, l’installazione di uno o più pannelli solari e la costruzione di una o più aule scolastiche.
 
Fattibilità
Condizioni di base disponibili: tutti i villaggi hanno fornito il terreno sul quale si svolgono, le attività agricole, le scuole hanno fornito il foraggio e la fossa fumaria. Inoltre, la mano d’opera è costituita dai genitori che operano gratuitamente.

Sviluppi
Negli anni seguenti:
  • La premiazione annuale ai direttori delle scuole è stata sostituita dalla consegna dei premi ai migliori studenti individuali e, infine, dalla selezione dei due migliori studenti di ogni scuola per partecipare alla colonia di vacanza " Tribune Jeune ". Questo cambiamento è dovuto al fatto che i direttori cambiano scuola spesso e portano con sé il materiale ricevuto. Premiando i singoli allievi, si dà loro la possibilità di fare esperienze e nuove avventure con i loro coetanei, e questo è più appagante.
  • Tutti i villaggi ricevono ogni anno un sostegno in concime e sementi da parte di AOREP per continuare le attività nei campi e orti scolari, grazie in parte alla vendita delle cartoline solidali.
  • Tutti i villaggi implicati nel progetto ricevono dal governo cereali e altre derrate alimentari come integrazione al raccolto avuto.
  • Dal 2011, AOREP si impegna a munire tutti i villaggi che usufruiscono del progetto “Campi e orti scolari” di un pannello solare. Oggi tutti i villaggi, possiedono infatti un pannello solare.
  • Da quando AOREP opera in questi villaggi, il tasso di scolarizzazione è aumentato e situazione alimentare e sanitaria dei bambini è migliorata.
In globale 16'842 bambini hanno beneficiato finora dell’iniziativa.
AOREP ha in previsione di estendere il progetto “Campi e orti scolari” a tutti i villaggi interessati del nord del Burkina Faso.
Gallery
Grazie per la donazione
Crédit Suisse, Lugano, Svizzera

CHF: BIC: CRESCHZZ80A, No Clearing: 4835,
IBAN: CH87 0483 5048 37 46 5100 0

EUR: BIC: CRESCHZZ80A, No Clearing: 4835,
IBAN: CH53 0483 5048 37 46 5200 0
GRAZIE PER
LA DONAZIONE
X
i
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per disabilitare, in tutto o in parte, i cookie consulta la nostra Informativa cookie
ACCETTA