Saponeria SAADA per le donne del quartiere Taikiri a Mopti

Mali
Data Inizio
2013
Stato del Progetto
Concluso e autogestito
 
Beneficiari
Più di 600 donne del quartiere di Taikiri a Mopti
 
Budget raggiunto
CHF 12'298.48
Fondi
  • Fondazione atDta
  • Fondi AOREP
Contesto specifico
Mopti, quinta regione economica e amministrativa del Mali, copre una superficie di 79'017 km2, che sono il 6,3% del territorio nazionale.
La sua struttura amministrativa attuale corrisponde a 8 prefetture, 103 comuni rurali, 5 comuni urbani (Mopti, Djenné, Koro, Bandiagara, Douentza), 2'038 villaggi e frazioni. La regione è attraversata dei fiumi Niger e Bani, l’affluente del quale scorre proprio al livello della città di Mopti.
La popolazione di Mopti è stimata a circa 2'571’000 abitanti, ripartiti in 7 gruppi etnici: i Dogon (agricoltori, agro-pastori e artigiani), i Peuhl (allevatori e agro-pastori), i Bambara (agricoltori, agro-pastori e artigiani), i Markas (agricoltori, agro-pastori e artigiani), i Bozos-Somono (pescatori e agro-pastori), i Songhaï (agro-pastori e piccoli commercianti) e i Bobo (agricoltori, agro-pastori e artigiani).
La popolazione è essenzialmente rurale (80%).
Il quartiere di Taikiri è situato all’est del comune urbano di Mopti, è abitato al 90% da Peuhl che hanno come sola attività quella dell’allevamento.
Le donne di questo quartiere, come in tutta quest’area geografica, vivono in estrema povertà. La maggioranza delle donne è analfabeta; esse sono sottomesse ai mariti, vivono la poligamia (di norma da tre a quattro mogli per marito), hanno mediamente tra i cinque e i sette figli e sono “maritate” all’età di 12 anni.
La sottomissione delle donne è dovuta alla tradizione e al fanatismo religioso islamico che impone loro una condizione di estrema schiavitù. Tuttavia, l’impegno da parte del governo del Mali e di diverse associazioni locali per cambiare le mentalità della popolazione e per aumentare i diritti e la tutela delle donne e dei bambini, fa si che la realtà cominci ad evolversi verso cambiamenti positivi.
Descrizione del progetto
Il progetto consiste nella creazione di una saponeria al fine di sostenere le donne bisognose del quartiere Taikiri e dell’associazione SAADA.
All’inizio, sono state 200 donne a beneficiare del progetto. Dal momento che il numero delle donne è aumentato (nel 2018 sono più di 600), si è deciso di diversificare le attività. Inizialmente, le donne producevano del semplice sapone, poi sono passate alla produzione di sapone aromatico e a quello medicale. In seguito, tra le loro attività hanno aggiunto anche la vendita di alimenti per il bestiame.
Le donne che si occupano della produzione del sapone seguono dei corsi di formazione sul confezionamento del sapone tradizionale chiamato KABA COUROU (questo sapone è a base di karité, miele e olio di palma, a volte, viene aggiunto l’henné per le donne) da parte di uno specialista di Bamako.
Al fine di sostenere le donne bisognose del quartiere Taikiri e dell’associazione SAADA è stata realizzata la continuità del progetto con il “Centro di formazione e di fabricazione del sapone per le donne di Saada ”.
Obiettivi
  • Lottare contro la povertà attraverso la creazione di un lavoro per le donne
  • Migliorare le condizioni di vita delle famiglie attraverso l’attività generatrice di reddito destinata alle donne
  • Migliorare le condizioni sanitarie e di salute attraverso prodotti d’ igiene a minor costo (sapone di karité)
  • Rafforzare le capacità imprenditoriali delle donne tramite le cooperative
  • Creare una situazione favorevole allo sviluppo di attività generatrici di reddito, ponendo un particolare accento sull’ empowerment femminile
  • Raggiungere la piena indipendenza operativa e finanziaria da parte dei soggetti partecipanti
  • Sviluppare la comunità locale
Risultati
  • La saponeria permette alle donne di avere un’autonomia finanziaria
  • Le condizioni di vita delle famiglie sono migliorate grazie al reddito e al lavoro
  • I bambini sono ora presi a carico dalle mamme
  • Grazie alle sedute di sensibilizzazione sanitaria fatta alle donne di SAADA, le condizioni d’igiene sono migliorate, soprattutto tra i bambini
  • Le donne hanno potuto creare delle reti per sostenere altri gruppi di donne con la creazione di nuove attività generatrici di reddito. Allo scopo di sostenere altre donne ad esempio, le donne di SAADA, hanno dato al distretto di Diré uno stock di cereali che è gestito dalle donne del posto. Grazie al saldo positivo del conto inoltre, le donne di SAADA hanno deciso di introdurre la tontine - un microcredito tradizionale per 25 donne (5 gruppi di 5 donne)
  • Le donne hanno rafforzato le loro capacità manageriali
  • Il numero delle beneficiarie del progetto è aumentato a più di 600 donne
Grazie per la donazione
Crédit Suisse, Lugano, Svizzera

CHF: BIC: CRESCHZZ80A, No Clearing: 4835,
IBAN: CH87 0483 5048 37 46 5100 0

EUR: BIC: CRESCHZZ80A, No Clearing: 4835,
IBAN: CH53 0483 5048 37 46 5200 0
GRAZIE PER
LA DONAZIONE
X
i
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per disabilitare, in tutto o in parte, i cookie consulta la nostra Informativa cookie
ACCETTA